BUSINESS CLASS BY AMERICAN EXPRESS

Approfondimenti e spunti per far crescere il tuo business.

3 modi per continuare l’innovazione grazie a un Business Model di successo

Come procedere dopo una modifica di successo al Business Model 3 passaggi per l’innovazione continua
Smart Business

04 Agosto 2021

American Express

Per guidare l’innovazione, la diversificazione e i nuovi flussi di cassa nell’era post-Covid serve un approccio sistematico. 


Chi lavora nel settore dell’organizzazione di eventi è abituato alla pianificazione delle emergenze: il suo compito è infatti anche quello di garantire che tutto si svolga senza intoppi anche quando nulla va come previsto. “Aspettarsi il cambiamento – spiega Scott Schoeneberger, Managing Partner di Bluewater – ci mantiene agili, pronti ad adattarci alle avversità mentre diamo vita agli eventi dei nostri clienti”.


La pandemia è però riuscita a mettere in discussione anche la migliore preparazione contro gli imprevisti. “La mia azienda – prosegue Schoeneberger – ha perso il 90% del lavoro prenotato per l’anno. Ho visto la nostra dirigenza riunita mentre guardava sotto shock la scomparsa dei progetti che normalmente riempivano le nostre agende. Non c’era alcuna pianificazione d’emergenza per un imprevisto di questa portata”.

Nonostante tutto, però, l’azienda di Schoeneberger ha trovato la forza di andare avanti: “Mentre speravamo che gli eventi si normalizzassero e gli affari tornassero, ci siamo fermati, abbiamo ripreso fiato e ci siamo guardati indietro per vedere che cosa aveva funzionato e che cosa no nel nostro business, e quindi per capire che cosa avremmo dovuto continuare a fare per andare avanti”.

Ciò che Scott Schoeneberger e il suo team hanno imparato è che in queste situazioni “tutti devono prendere coscienza della gravità della situazione; e a quel punto bisogna restare calmi, comunicare e tirare fuori un’idea per un pivot”. Quest’ultima espressione sta a indicare – nel linguaggio delle startup – un cambiamento di Business Model per adattarsi a una modifica dello scenario. Un approccio che può essere utile anche per tante altre aziende che stanno tentando di ripartire.

Un piano per la sopravvivenza

La Bluwwater, racconta Schoeneberger, ha sempre diversificato la propria offerta, e per farlo “abbiamo sempre preso in considerazione idee completamente nuove”. Quando si è presentata l’emergenza Covid, il primo passo per reagire è stato quello di “scomporre le aree di interesse e assegnare ciascun frammento a uno dei manager. Abbiamo anche creato una road-map per il resto del 2020, condividendola con tutto il personale in azienda. Se il nostro pivot era destinato a funzionare, tutti dovevano essere coinvolti”.

Una parte del piano ha previsto lo sviluppo di aree fino ad allora secondarie: nello specifico, gli eventi virtuali sono diventati una parte importantissima, e sono stati migliorati per renderli più coinvolgenti e accessibili grazie alla tecnologia. La seconda parte del piano di sopravvivenza è invece andata nella direzione opposta, esplorando territori “nei quali avevamo meno esperienza, come ad esempio la sanificazione di aree ad alto traffico”. Man mano che i progetti avanzavano, “la nostra azienda si è evoluta in modi inaspettati”.

Come procedere dopo un pivot di successo

Quella vissuta dalla Bluewater è stata una spinta all’innovazione e alla diversificazione che potrebbe continuare a lungo dopo la fine dell’emergenza Covid. Ecco quali sono le tre lezioni che Schoeneberger ha imparato da questa esperienza – e che anche altre aziende possono applicare.

  1. L’innovazione è tutto
    La mia azienda – chiarisce Schoeneberger – non avrebbe avuto successo senza una cultura dell’innovazione che valorizza le nuove idee e alimenta le soluzioni. Per molte aziende, la pandemia è stata il catalizzatore del cambiamento che il management stava prendendo in considerazione ma senza avere la forza o il coraggio di agire”.
  2. Vince la velocità, non la perfezione
    L’obiettivo della Bluewater, spiega Schoeneberger, era quello di “portare le idee sul mercato anche se non erano state completamente perfezionate. Ora siamo convinti che la velocità sia più importante della perfezione perché aspettare troppo a lungo per lanciare nuovi prodotti e servizi significa passare più mesi con meno entrate”.
    I Prodotti Minimi Funzionanti – cioè quei prodotti che non hanno necessariamente tutte le caratteristiche possibili o bei design, e talvolta non sono totalmente funzionali – non sono perfetti ma, sottolinea Schoeneberger “offrono comunque valore, e per il cliente la soluzione giusta è quella che può avere adesso”.

Fiducia nella squadra


Nei momenti più bui della crisi, ricorda Schoeneberger, “il nostro team dirigenziale non sapeva quale sarebbe stata la mossa giusta da fare, ma sapevamo che potevamo fidarci l’uno dell’altro per capirlo. La fiducia nel nostro team ci ha sostenuto nei momenti in cui abbiamo messo in discussione le nostre decisioni o affrontato problemi complessi”. La fiducia, dice, “ha aiutato l’azienda nel proprio pivot di successo”. Proprio la fiducia è alla base anche della scelta dei partner del proprio business: American Express, ad esempio, ha conquistato la fiducia di milioni di aziende in tutto il mondo, e con le sue Carte Corporate facilita ogni giorno la vita delle imprese grazie a servizi esclusivi come il Programma Membership Rewards e le coperture assicurative.

ARTICOLI CORRELATI

Per trasformare un'azienda in una data-driven company c'è bisogno della data literacy ecco le strategie da mettere in atto
Smart Business
Per trasformare un’azienda in una data-driven company c’è bisogno della data literacy: ecco le strategie da mettere in atto

Per trasformare un’azienda in una data-driven company c’è bisogno della data literacy: ecco le strategie da mettere in atto La trasformazione digitale delle imprese richiede …

#business intelligence #data literacy #data-driven company
Strategia di gestione della catena di approvvigionamento qual è la migliore per la tua azienda?
Smart Business
Strategia di gestione della catena di approvvigionamento: qual è la migliore per la tua azienda?

Comprendere i vantaggi e gli svantaggi delle diverse strategie di gestione della catena di approvvigionamento aiuta un’impresa a compiere la scelta giusta. Per dare ai …

#strategia d'impresa #gestione della catena di approvvigionamento #ottimizzazione della supply chain
Spunti per Business Leader su come ridisegnare i processi e la governance legata alla sostenibilità
Smart Business
Spunti per Business Leader su come ridisegnare i processi e la governance legata alla sostenibilità

Ecologia, sostenibilità e trasparenza sono diventate imperativi irrinunciabili per un’economia moderna e capace di guardare avanti. Ecco la road map da seguire per le aziende …

#sostenibilità #governance #Business Leader
1 2 3 4 64