BUSINESS CLASS BY AMERICAN EXPRESS

Approfondimenti e spunti per far crescere il tuo business.

La ripresa economica in Italia passa soprattutto dal turismo

La ripresa economica in Italia passa soprattutto dal turismo
Business Travel

05 Luglio 2021

American Express

Green Pass e campagna vaccinale stanno facendo ripartire il business dei viaggi, che fa respirare i settori produttivi dopo il profondo rosso dell’era Covid. Aiuteranno i fondi PNRR ma la formula dell’esperienza turistica va reinventata. 


Dopo il lungo stop forzato legato alla pandemia, il turismo sta finalmente ripartendo in Italia e nel mondo. Un passaggio che si configura come un momento chiave per la ripresa in generale, dal momento che, come scrive Borsa Italiana sulla base di dati del World Travel & Tourism Council, l’industria dei viaggi “è uno dei principali motori per l’economia mondiale”. Nell’analisi Italian Factory, Borsa Italiana ricorda che la filiera del turismo a livello mondiale – settore ricettivo e ristorazione, ma anche trasporti, servizi culturali e museali – vale “quasi il 10% del PIL globale e dà occupazione a più di 300 milioni di persone, il 10,6% del totale”. L’indagine esamina poi  la situazione nel nostro Paese, in cui il turismo è un settore strategico con il suo 7% del PIL e i suoi 1,7 milioni di occupati (il 7,1% del totale).


I numeri di un crollo  


Le chiusure, le restrizioni, le limitazioni legate alla pandemia hanno ingolfato il motore di una delle macchine più redditizie della nostra economia – l’Italia è quarta in Europa per numero di turisti dopo Spagna, Francia e Germania – e la chiusura delle frontiere, tenendo lontani per mesi i turisti stranieri dalle nostre spiagge e montagne, dai nostri borghi e dalle città d’arte, ha dato il colpo di grazia  al settore. I numeri sono da brivido: secondo Banca d’Italia, ad aprile 2020, il fatturato aveva visto una caduta del 95%. Poi il parziale recupero dei mesi estivi e la nuova crisi in autunno-inverno con la ripresa dei contagi, che ha di fatto azzerato il turismo dei mesi freddi. Nel complesso il fatturato è diminuito del 60% nel 2020, con un calo delle presenze superiore al 50%.


Riapertura e fondi PNRR 


Con la riapertura delle frontiere grazie al Green Pass Europeo, la vaccinazione che avanza a grandi passi – siamo ormai quasi a 30 milioni di persone che hanno completato il ciclo – e la riduzione delle misure restrittive il settore vede più di uno spiraglio per la ripartenza. E a sostenere questa ripresa dopo il lungo stop sono in arrivo 6,68 miliardi di euro dal PNRR destinati a turismo e cultura. Circa 3,4 di questi fondi andranno specificamente alle attività turistiche, allo scopo di migliorare la qualità delle strutture ricettive per rendere il nostro Paese più competitivo a livello  internazionale. C’è molto da fare, sempre secondo quanto rileva l’indagine di Borsa Italiana, su infrastrutture, digitalizzazione, burocrazia, trasporti e promozione dell’immagine del Paese. E proprio gli investimenti previsti nel Piano possono essere utili per ridisegnare la formula turistica made in Italy. Anche sul fronte business travel c’è stata una forte contrazione nell’ultimo anno; tuttavia, le soluzioni per ripartire non mancano e arrivano anche da formule travel friendly studiate dalle aziende, come per esempio quelle di Carta Alitalia American Express che permette di accumulare miglia ad ogni tua spesa professionale e ottenere, tra i tanti benefici, biglietti premio per te e per un tuo collaboratore.


Una formula da ripensare 


D’altra parte però, questa ripartenza del turismo non potrà ripresentare le stesse modalità dell’era pre-Covid, che dovranno essere profondamente modificate per un adeguamento alla nuova domanda. I lunghi mesi vissuti nel segno dell’isolamento e della paura avranno, e stanno avendo fin da ora, inevitabili ripercussioni sul nostro modo di vivere. E naturalmente anche di viaggiare. I turisti sono oggi molto più orientati verso esperienze di viaggio di prossimità, verso itinerari alternativi rispetto a quelli tradizionalmente di massa: borghi fuori mano, località meno note al grande pubblico, destinazioni più “di nicchia”. E sono anche più attenti alla sostenibilità ambientale. Ecco perché questa ripartenza dev’essere anche l’occasione per ripensare il settore del turismo in base a nuove caratteristiche e nuove priorità. Perché la filiera turistica è alla base della ripresa economica nazionale.

ARTICOLI CORRELATI

Come pianificare la ripresa dei viaggi d'affari per i propri dipendenti
Business Travel
Come pianificare la ripresa dei viaggi d’affari per i propri dipendenti

Grazie ai piani vaccinali riprendono i viaggi d’affari. Tutto ciò che bisogna sapere per pianificarli. L’81% dei business traveller italiani vuole tornare a viaggiare in …

#business travel #viaggi d'affari #gestire le spese di viaggio
it-was-a-long-day-but-im-back-at-the-hotel-picture
Business Travel
Come la digitalizzazione e le nuove tecnologie possono rimettere in sesto il turismo

Dopo un anno da incubo, lo sviluppo virtuale dell’industria del viaggio può sprigionare energie sconosciute. Appoggiandosi su tre pilastri: il turismo digitale, la valorizzazione del …

#digitalizzazione #turismo #offerta turistica integrata e digitale
Business Travel
Travel 2021: ecco cosa ci aspetta. Indagine a cura dell’Osservatorio Digitale nel Turismo e nel Business Travel

Per il 63% delle aziende italiane si tornerà a viaggiare per motivi non strettamente necessari solo nel secondo semestre del 2021. Tuttavia, l’andamento delle vaccinazioni …

#digitalizzazione #viaggi d'affari #remote working
1 2 3 4 8